La Bibliospiaggia!

No ma sul serio? Spero bene di non essere l’unica rimasta a non sapere di che cosa si tratta…
Ok scusa, parto dal principio.
Tutto è nato una settimana fa, mi trovavo in un grazioso b&b di Alghero (eh si, sono sarda e quando posso mi piace tornare al mio mare) che ha una bellissima mini libreria a disposizione degli ospiti.
Sbircia che ti sbircia l’occhio mi è caduto su “Sardegna, il mare. Una guida ai sapori e ai piaceri”.
Non devo aggiungere altro vero?! L’ho acchiappata al volo: una lettura ideale per chi, come me, di mare, sapori e piaceri non ne ha mai abbastanza 😂

Scherzi a parte l’ho trovata molto ben fatta e ho visto che, nonostante credo fosse uscita come supplemento ad un giornale, è ancora disponibile in vendita online, qui per esempio.
Mentre leggevo con i piedi nell’acqua in questa spiaggia poco affollata (consiglio!), mi sono imbattuta in un articolo sulla “Bibliospiaggia”   …Pausa…La mia faccia 👉
Come – dico COME – è possibile che fino ad oggi non avevo la più pallida di cosa fosse questo supermegafantastico servizio??? E tu non me ne avevi ancora parlato?
Ok , ti perdono se anche tu ne ignoravi l’esistenza!
Queste cose vanno assolutamente condivise ma soprattutto moltiplicate per tutte le spiagge d’Italia, del Mondo, dell’Universo!!!
Sarà che viaggio low cost praticamente sempre e questo implica stipare il bagaglio di una settimana in un mini borsone, sarà che amo leggere ma non ho e non voglio l’e-reader e quindi devo sempre lasciare lo spazio per un libro (che di solito non è mini), sarà che ho una figlia che legge più di me e che, se fosse per lei, servirebbe una valigia in stiva solo per i libri, sarà che in vacanza non ho accesso alla biblioteca e nemmeno al bookcrossing di fiducia, sarà che non voglio spendere per acquistare libri che poi non potrei portarmi a casa, sarà che LIBRI e MARE è un’accoppiata perfetta…trovo questo servizio assolutamente geniale!
Un prestito libri direttamente sull’arenile è un cosa che, cioè, capisci, è…, no proprio, come posso…, insomma si dai, mi son piegata no? FAVOLOSA! Le cassette di libri usati nel parco di quartiere mi avevano esaltato non poco (se non sai cosa sono dai un’occhiata a questo articolo e corri a vedere questa pagina facebook, trovi anche il profilo su instagram) ma essendo una drogata di mare, oltre che di libri, sapere che posso alzarmi dal telo e con pochi passi scegliere un libro da leggere è impagabile!
La bibliospiaggia di cui parlava l’articolo è questa ma navigando un po’ ho scoperto che non è un servizio isolato, anzi! Mi fa moltissimo piacere sapere che iniziative del genere prendono piede e se anche vicino a te esiste una bibliospiaggia scrivimi! Sarebbe bello creare una mappa delle “bibliospiagge d’Italia” (andrei subito a consultarla prima di partire 😅).
Alla fine io e mia figlia, dopo aver letto quello che ci eravamo portate, abbiamo ripiegato sulla Settimana Enigmistica che ci salva in parecchie occasioni, ma sono sicura che dall’anno prossimo diventerò una fedele frequentatrice delle 🏖️📖bibliospiagge (tra l’altro anche il nome non è bellissimo?!😍).
Riservato Beach Bar

La guida trovata al b&b è stata davvero utile e me la sono portata con me anche in aperitivo in un posticino che consiglio vivamente: Riservato Beach Bar, qui abbiamo passato momenti davvero piacevoli di fronte ad un panorama che non sto a descrivere.

Vino e Libri è un’altra accoppiata vincente per me, infatti mi sono già segnata un localino che non sono riuscita a provare, visto per caso di passaggio mentre andavamo all’aeroporto: Cyrano, Libri Vino Svago, dalle recensioni promette bene, non vedo l’ora di tornare ad Alghero per una capatina affatto veloce!
La Nicchia dei Sapori

Su vino e buon cibo in ogni caso non ho di che lamentarmi e  son tornata a casa soddisfatta soprattutto per aver scoperto, attraverso un intricato labirinto di eventi, La Nicchia dei Sapori una bottega che merita davvero di essere visitata. Non ti aspetti quello che Fabrizio, il titolare, ha da offrire,
perché passandoci davanti ti sembrerà semplicemente un forno come tanti altri (mantiene la vecchia insegna Al Forno) con all’interno una selezione di vini.

Dammi retta e se capiti ad Alghero siediti ad uno dei suoi tavolini, magari verso le 19, e fatti guidare in una degustazione abbinata ai prodotti del territorio che ti lascerà a bocca aperta per lo stupore (in realtà difficilmente avrai il tempo di aprirla tra vino e cibo di super qualità!)
Tutto ciò che ti ho raccontato finora è frutto di eventi pressoché casuali (tranne biglietto aereo e alloggio prenotati consapevolmente) guidati dai libri e con i libri come tante cose nella mia vita.
L’ultimo consiglio che voglio darti in questo post che si è trasformato in un inno al viaggio con i libri è: lasciati guidare, fidati delle sensazioni e lasciati stupire. Proprio come un buon libro sa fare 😉
Ora vado a cercare altre Bibliospiagge!👋📖🏖️

2 Comments

  1. Grazie per la citazione del mio blog webnauta.it nel tuo articolo, delle casette dei libri nei parchi di quartiere. Nel mio comune ne sono state installate ben 14 in diversi parchi, tutte coloratissime. Mentre non avevo ancora sentito parlare di “bibliospiaggia”, la biblioteca itinerante per le spiagge. Bellissima idea. Sabbia calda, il sottofondo delle onde e un libro tra le mani. La mia vacanza preferita! 🙂

  2. Grazie a te per aver commentato nel mio blog! Che onore 😍
    Felice di aver piantato un semino in più di diffusione libresca! Gli articoli del tuo blog sono davvero molto interessanti e ho pensato che quello relativo alle cassette in particolare sarebbe stato altrettanto interessante da leggere per chi è approdato qui. Se dovessi trovare delle bibliospiagge aggiornami 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *